info@territoriafrica.it
045 6862558

Informazioni sul Sudafrica

Nome completo del paese: Repubblica Sudafricana
Superficie: 1.219.912 kmq
Popolazione: 53.000.000 abitanti circa
Capitale: Pretoria (capitale amministrativa, 1.473.800 abitanti); Bloemfontein (capitale giudiziaria, 349.000 abitanti); Città del Capo (sede del Parlamento, 2.984.100 abitanti)
Popoli: 75,2% neri (zulu, xhosa, sotho, tswana, tsonga, swazi, ndebele, venda), 13,6% bianchi (il 60% dei bianchi discende dagli afrikaner mentre i rimanenti sono per lo più di origine inglese), 8,6% meticci, 2,6% di origine indiana
Lingua: afrikaans, inglese, isiNdebele, isiXhosa, isiZulu, sePedi, seSotho, seTswana, siSwati, tshivenda, xitsonga (tutte ufficiali)
Religione: 68% cristiana, 2% musulmana, 1,5% induista, ebraica, 28,5% animista e seguaci delle religioni tradizionali
Ordinamento dello stato: repubblica presidenziale
Presidente: Cyril Ramaphosa (2018)

 

  • Visti

    Ai viaggiatori italiani che si recano in Sudafrica per turismo, fino a un massimo di 90 giorni di permanenza, non è richiesto il visto. All’arrivo in Sudafrica viene apposta una vignetta di permesso di soggiorno temporaneo recante la data di uscita dal paese, che corrisponde a quella del volo di rientro o a quella riportata sul biglietto di proseguimento del viaggio (anche via terra), che si è tenuti a esibire. Il passaporto deve avere almeno due pagine libere ed avere una validità di almeno 30 giorni oltre la data di rientro.

    Per soggiorni superiori a 90 giorni è richiesto il visto d’ingresso che sarà rilasciato dall’Ambasciata del Sud Africa a Roma, previa autorizzazione del Ministero degli Affari Esteri a Pretoria. I viaggiatori che lasciano il Paese dopo la scadenza del visto, sono soggetti a stato di fermo, detenzione e al pagamento di ammende. Per informazioni aggiornate sulle formalità d’igresso contattate l’Ambasciata sudafricana in Italia (tel. 06 85 25 41; fax 06 8525 4300; rome.consular@foreign.gov.za; www.sudafrica.it; Via Tanaro 14, 00198 Roma).

  • Rischi Sanitari

    Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna, consigliata la profilassi antimalarica solo nelle zone a rischio.
    Altre vaccinazioni non obbligatorie: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre tifoide, poliomielite, rabbia.
    In Sudafrica l’acqua è di ottima qualità e disponibile in abbondanza, e si può bere tranquillamente l’acqua del rubinetto, tranne che nelle zone rurali.
    La malaria è confinata soprattutto nella parte orientale del paese (KwaZulu-Natal settentrionale, Mpumalanga, Limpopo), ma possono essere malariche anche alcune zone della North-West Province. Per conoscere quali farmaci assumere per la profilassi, i relativi dosaggi, i tempi, le modalità di assunzione e le controindicazioni, e comunque quale regime sia preferibile nel vostro caso, rivolgetevi almeno 15 giorni prima della partenza al Servizio di Medicina dei Viaggi della vostra ASL. Altre informazioni al seguente link.
    Nelle aree rurali delle province del Limpopo, Mpumalanga e nel nord del KwaZulu-Natal, talvolta si possono verificare sporadiche epidemie di colera.
    La bilharzia è un rischio serio nelle parti orientali del Sudafrica sebbene siano stati registrati casi anche in altre località (soprattutto vicino ai laghi e ai fiumi di acqua dolce), per cui dovete chiedere informazioni a una fonte locale attendibile prima di bere dell’acqua o fare il bagno nei laghi o nei fiumi. Infine, occorre non dimenticare che il Sudafrica è uno dei paesi al mondo maggiormente colpiti dall’AIDS.
    Consigliamo di portare sempre con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese. Vedi le condizioni della nostra polizza al seguente link.
  • Fuso orario, trasporti, pesi e misure, elettricità

    +1h rispetto all’Italia; stesso orario quando in Italia è in vigore l’ora legale. In Sudafrica la guida è a sinistra (nella fascia contraria rispetto all’Italia) e per guidare un’auto è necessaria la patente internazionale oppure una traduzione in inglese autenticata della patente Italiana. In Sudafrica è usato il sistema metrico decimale e l’energia elettrica è a 220V. In Sudafrica le prese di corrente sono a tre lamelle rotonde ed è necessario avere un adattatore, facilmente acquistabile in loco.
  • Quando Andare

    In estate il caldo può diventare eccessivo, soprattutto nel lowveld (o basso veld, la stretta pianura costiera). Alle altitudini più elevate la temperatura è piacevole anche in estate, tuttavia le zone montuose sono soggette alla pioggia e alla nebbia. Le regioni nordorientali possono essere sgradevolmente calde e umide, ma lungo la costa orientale si possono fare i bagni di mare durante tutto l’anno. La primavera è la stagione migliore per apprezzare i fiori selvatici nella Provincia del Capo settentrionale e nella Provincia del Capo occidentale. Gli inverni sono miti in tutto il paese tranne che nelle zone a quote più elevate, dove si verificano gelate e nevicate occasionali. La gente sciama dalle città dalla metà di dicembre fino alla fine di gennaio: le località turistiche e i parchi nazionali registrano il gran completo e nei centri lungo le coste è facile trovare prezzi più che raddoppiati rispetto al resto dell’anno. In occasione delle vacanze scolastiche ad aprile, a luglio e a settembre è molto probabile che non si trovi posto nelle località di mare e nei parchi nazionali.
  • Valuta

    Rand (R). Le migliori valute estere da portare con sé sono il dollaro USA, l’euro e la sterlina inglese. Visa e MasterCard sono utili per prelevare presso gli sportelli bancomat, presenti nelle città del Sud Africa, e per effettuare pagamenti praticamente ovunque. Usa il convertitore nella home page per conoscere il cambio attuale.
  • Informazioni Generali

    Il Sudafrica è un paese decisamente vasto che si estende per circa 2000 km in direzione nord-sud dal fiume Limpopo a Capo Agulhas e per quasi 1500 km in direzione est-ovest da Durban a Port Nolloth. Procedendo da est a ovest, lungo il confine settentrionale del Sudafrica si allineano la Namibia, il Botswana, lo Zimbabwe, il Mozambico e lo Swaziland, mentre il Lesotho emerge in mezzo alle praterie nella parte sudorientale del paese. Il Sudafrica può essere diviso grosso modo in tre regioni: il vasto altipiano interno (highveld o alto veld), il Great Escarpment (bacino del Kalahari) al suo margine e una stretta pianura costiera (lowveld o basso veld).

    Grazie alla sua posizione appena a sud del Tropico del Capricorno il Sudafrica è un paese in gran parte asciutto e soleggiato, ma gli estremi del clima sono mitigati dalla conformazione del territorio e dalla presenza degli oceani. In termini generali le precipitazioni aumentano a mano a mano che ci si sposta verso est, ma ci sono anche aree caratterizzate da piogge intense nel sud-ovest del paese e soprattutto attorno a Città del Capo. La costa a nord del Capo diventa progressivamente pi ù arida e calda per culminare in una regione desertica immediatamente a sud della Namibia. Lungo la costa meridionale il clima è temperato, ma la costa orientale assume caratteri sempre pi ù tropicali a mano a mano che si procede verso nord. Quando il clima vi sembra troppo caldo e umido potete sempre cercare un qualche refrigerio salendo verso gli altopiani, che sono gradevoli anche in estate. La protuberanza nordorientale ha un clima torrido e in estate viene colpita da tempeste molto spettacolari. In inverno le giornate sono soleggiate e calde.

    Per quanto riguarda i mammiferi terrestri, il Sudafrica è certamente un paese in cui i superlativi si sprecano. Qui vivono infatti il mammifero pi ù grosso (l’elefante africano), il pi ù piccolo (il toporagno pigmeo), il più alto (la giraffa) e il pi ù veloce (il ghepardo). Il Sudafrica ospita anche gli ultimi gruppi consistenti di rinoceronti neri e bianchi (cui oltretutto non è stato tagliato il corno). Avrete senza dubbio maggiori probabilità di avvistare questi animali nei parchi nazionali del Sudafrica, ma tenete gli occhi aperti per vedere i coccodrilli in agguato nei corsi d’acqua del lowveld e gli ippopotami nelle regioni costiere settentrionali. Il Sudafrica vanta anche una grande varietà di uccelli: qui trovate lo struzzo (il pi ù grande uccello del mondo) e l’otarda kori (il pi ù grande uccello del mondo in grado di volare) oltre alle nettarine, ai fenicotteri e agli uccelli tessitori le cui nutrite colonie vivono in ‘città composte da innumerevoli nidi di fili d’erba intrecciati.

    La flora della regione è semplicemente spettacolare, passando dai gigli alle tritome nelle praterie alle piante grasse dalle forme bizzarre che fioriscono dopo le piogge di primavera. Il Sudafrica ospita il regno floristico del Capo (uno dei sei regni floristici del mondo), che abbellisce la Provincia del Capo occidentale. Ampie porzioni del nord sono coperte dalla vegetazione tipica della savana, caratterizzata da acacie e piante spinose. Lungo la costa meridionale e nel nord-est del paese sopravvivono alcune porzioni di foreste.

Le informazioni contenute in questa pagina sono state reperite dalla guida Lonely Planet Sudafrica. Se state progettando un viaggio in Sudafrica vi consigliamo di acquistare la guida presso il nostro punto vendita. A richiesta possiamo inviarvi la guida via corriere direttamente a casa vostra. E se viaggiate con noi le spese di spedizione sono gratuite!

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi