info@territoriafrica.it
045 6862558

Informazioni sul Madagascar

 

Nome completo del paese: Repubblica del Madagascar
Superficie: 587.040 kmq
Popolazione: 23.000.000 abitanti
Capitale: Antananarivo (1.450.000 abitanti)
Popoli: merina e betsileo (discendono da malesi e indonesiani), betsimisaraka, tsimihety, antaisaka, sakalava (discendenti da malesi, indonesiani, arabi), bantu, francesi, indiani, creoli, comoriani
Lingua: malgascio e francese (entrambe lingue ufficiali)
Religione: 52% animista, 21% cristiana, 20% protestante, 7% musulmana
Ordinamento dello stato: repubblica presidenziale
Presidente: Hery Rajaonarimampianina (2014)
Primo ministro: Olivier Mahafaly Solonandrasana (2016)

 

  • Visti

    I viaggiatori di nazionalità italiana, così come quelli della maggior parte dei paesi, necessitano di un visto d’ingresso, che consente un soggiorno massimo di tre mesi. Il visto può essere richiesto prima della partenza contattando l’Ambasciata del Madagascar in Italia (tel. 06 3630 7797; fax 06 329 4306; ambamad@hotmail.com; Via Riccardo Zandonai 84/A, 00194 Roma), oppure all’arrivo, direttamente all’aeroporto di Antananarivo, presentando oltre al passaporto con una validità di almeno sei mesi, il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio.
  • Rischi Sanitari

    Vaccinazioni obbligatorie: Nessuna, consigliata profilassi antimalarica.
    Altre vaccinazioni non obbligatorie: difterite e tetano, epatite virale A, epatite virale B, febbre tifoide, rabbia.
    In Madagascar, l’acqua dei rubinetti non è potabile in nessuna parte del paese, neppure negli alberghi più prestigiosi per cui è consigliabile consumare solo acqua in bottiglie sigillate oppure bevande calde. In alternativa l’acqua corrente può essere trattata facendola bollire per almeno 15 minuti, al fine di garantire la più efficace delle purificazioni.
    Il rischio di malaria è presente tutto l’anno in tutto il paese, soprattutto nelle regioni costiere; negli altipiani centrali e nella zona di Antananarivo è più rara, ma anche qui possono verificarsi dei casi. Per conoscere quali farmaci assumere per la profilassi, i relativi dosaggi, i tempi, le modalità di assunzione e le controindicazioni, e comunque quale regime sia preferibile nel vostro caso, rivolgetevi almeno 15 giorni prima della partenza al Servizio di Medicina dei Viaggi della vostra ASL. Altre informazioni al seguente link.
    Altri rischi: collasso da calore, colera, bilharziosi, epatite virale A e B, peste bubbonica (siate prudenti, tenetevi alla larga da qualunque cadavere di animale). Inoltre, nelle regioni di Alaotra Mangoro, Analamanga, Itasy, Vakinakaratra e Anosv sono stati registrati nel 2008 casi di febbre della Rift Valley. Si consiglia a titolo cautelativo di adottare le misure preventive contro le punture di zanzare che causano il contagio. Va infine tenuto presente che la diffusione del virus HIV è molto alta.
    Consigliamo di portare sempre con sé una piccola farmacia da viaggio e di stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro paese. Vedi le condizioni della nostra polizza al seguente link.
  • Fuso orario, trasporti, pesi e misure, elettricità

    +2h rispetto all’Italia; +1h quando in Italia è in vigore l’ora legale. In Madagascar la guida è a sinistra (nella fascia contraria rispetto all’Italia) e per guidare un’auto è necessaria la patente internazionale oppure una traduzione in inglese autenticata della patente Italiana. In Madagascar è usato il sistema metrico decimale.
  • Quando Andare

    Il periodo migliore per visitare il Madagascar va da aprile a ottobre (l’inverno dell’emisfero sud), mentre da novembre a marzo (l’estate australe) si scatenano gli uragani. Date le grandi variazioni climatiche interne all’isola, gli altipiani centrali possono essere molto piacevoli durante lla stagione estiva.
  • Valuta

    Il Madagascar ha deciso di cambiare la sua moneta, quindi attualmente è in una fase di transizione fra la precedente valuta il franco malgascio (FMg) e l’ariary (Ar) dell’era pre-coloniale, che vale 5 franchi malagasci; il Fmg verrà ritirato definitivamente entro il 2009. I prezzi vengono generalmente esposti in ariary. L’Euro è largamente accettato, mentre il dollaro USA è accettato soltanto (ma non sempre) in Antananarivo, nelle maggiori città e località turistiche. Le principali banche cambiano euro e dollari e travellers cheques.
    Potrete cambiare la vostra valuta anche presso gli uffici di cambio presenti in aeroporto al vostro arrivo.
    Ci sono sportelli bancomat in Antananarivo e nelle maggiori città. Sappiate però che potrete prelevare non oltre €150 a volta e, al momento della stesura di questa guida, venivano accettate soltanto carte di credito Visa.
    Le carte di credito vengono accettate di rado, ma solo negli hotel di lusso, presso gli uffici della Air Madagascar e di alcune agenzie di viaggio. Quella più accettata è la Visa, mentre la MasterCard meno. Usa il convertitore nella home page per conoscere il cambio attuale.
  • Informazioni Generali

    Con una superficie equivalente a quelle di Spagna e Portogallo messe insieme, il Madagascar è la quarta tra le maggiori isole del mondo, dopo Groenlandia, Nuova Guinea e Borneo. Si trova nell’Oceano Indiano, al largo delle coste del Mozambico, separata dall’Africa continentale dai 400 km del Canale di Mozambico. Al contrario delle vicine isole vulcaniche, come Mauritius, Réunion, Rodriguez e le Comore, il Madagascar deve la propria genesi alla deriva dei continenti piuttosto che a un’eruzione vulcanica. L’isola si separò dal continente africano circa 165 milioni di anni fa. Gran parte delle foreste pluviali si estende lungo la stretta fascia costiera orientale; gli elevati altipiani centrali presentano un clima piuttosto freddo, mentre l’ovest è occupato da pianure e depressioni.

    Il Madagascar è un continente in miniatura, che presenta habitat estremamente diversi tra loro e, come molte altre isole, un gran numero di specie endemiche (alcune delle quali davvero bizzarre). La comunità internazionale per la tutela ambientale considera l’isola uno dei paesi ecologicamente più ricchi del pianeta: il Madagascar e le vicine Isole Comore posseggono circa un quarto delle piante da fiore di tutta l’Africa. Sull’isola vive anche il 90% delle specie conosciute di lemuri e metà dei camaleonti del mondo. Se si considerano poi il baobab, i peculiari cactus e aloe delle zone secche, si completa un quadro ecologico di una ricchezza davvero straordinaria.

    A eccezione dell’estremità meridionale, il Madagascar è interamente compreso tra i tropici. Tuttavia gli ‘hauts plateaux’, che si stendono per l’intera lunghezza dell’isola, formandone la spina dorsale, presentano un clima sufficientemente mite da consentire la crescita di meli e noccioli e persino vigneti sopra gli 800 m. Alle altitudini più elevate, durante l’inverno cade spesso la neve. Gli alisei soffiano da est e i monsoni da nord-ovest. Gran parte delle piogge cadono sulla costa orientale e nell’estremo nord, mentre a sud-ovest degli altipiani il clima rimane quasi sempre secco. Da gennaio a marzo, la costa orientale, l’estremo nord e, talvolta, l’estremo sud vengono colpiti da occasionali cicloni devastanti.

    Il Madagascar non è una meta riservata solo agli amanti di idilliache isole tropicali: questa terra offre molto più del dolce far niente su spiagge sabbiose o di immersioni in acque cristalline alla scoperta di barriere coralline. Le foreste del Madagascar risplendono e ribollono di miriadi di piante e foglie gocciolanti su cui strisciano e saltellano bizzarre creature direttamente uscite dal magico cilindro della natura: lemuri, camaleonti, pervinche e baobab, aloe, gechi e sifaka. Divise dall’Africa da milioni di anni, le brulicanti foreste del Madagascar sono un vero paradiso per il naturalista, che qui troverà un ambiente ricco di stranezze e peculiarità assenti in qualsiasi altro posto della terra. Ne potrete avere un esempio visitando gli splendidi parchi nazionali, di facile accesso.

    Con le sue affascinanti culture tribali, i cerimoniali e gli interessanti ‘fady’ (tabù), il Madagascar stupisce i visitatori e costituisce per loro senza dubbio un’esperienza gratificante.

Le informazioni contenute in questa pagina sono state reperite dalla guida Lonely Planet Madagascar. Se state progettando un viaggio in Madagascar vi consigliamo di acquistare la guida presso il nostro punto vendita. A richiesta possiamo inviarvi la guida via corriere direttamente a casa vostra. E se viaggiate con noi le spese di spedizione sono gratuite!

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi